Premio Effemeridi 2012

Roma, 17 ottobre 2012 – «Nel calcio professionistico, come nella vita, avere dei valori paga sempre. Magari non subito, ma nel lungo periodo si. Andare avanti senza principi etici può essere all’inizio più facile e veloce, ma poi si arretra, sempre. Più di una volta mi hanno pestato i piedi, ma l’importante, anche in quei momenti, è non venir mai meno alle proprie regole, alla propria etica, a se stessi». Lo ha detto l’ex allenatore di Palermo, Lazio e Fiorentina, Delio Rossi, che sabato 27 ottobre (Centro logistico della Guardia di Finanza – Villa Spada, Via Castiglion Fiorentino 50, Roma) sarà sulla panchina dell’Esercito italiano nel torneo quadrangolare amichevole“Un altro calcio è possibile 3”. La compagine allenata da Rossi affronterà una rappresentativa della Guardia di Finanza, guidata da Emiliano Mondonico, la squadra della Gendarmeria Vaticana, diretta dalla panchina da Walter Novellino, e la Top C.U.P (Collegi università pontifici) una selezione di sacerdoti e seminaristi allenata da Felice Pulici.

Vince l’Esercito Italiano allenato da Delio Rossi, Premio Effemeridi 2012.

Premio Effemeridi 2012 a Delio Rossi

Premio Effemeridi 2012 a Delio Rossi